Piatti della tradizione

GNOCO DE PATATA

Un piatto divenuto simbolo e vera leccornia della gastronomia locale nella scia di una tradizione di antica origine, che fa leva su ricette gelosamente custodite, e su particolari tuberi, appositamente selezionati, che conservano tutte le proprie proprietà in succulente pietanze.
Questa specialità è proposta oltre che dai tipici ristoranti della zona anche nella “Festa del gnoco de patata” che si tiene ad Arsiero nel mese di agosto.

AVANNOTTI FRITTI
Il territorio del nostro Consorzio è attraversato dal torrente Posina e dall’Astico, con la presenza di numerose troticolture che vantano un ottimo e scrupoloso sistema di allevamento.
L’avannotto ha le medesime caratteristiche nutrizionali della trota. Risulta un pesce facilmente digeribile, mediamente grasso, estremamente ricco di proteine nobili e di sali minerali.
Da un punto di vista organolettico le carni di questi salmonidi al palato si presentano tenere e sode, ma consistenti. La piacevolezza dell’avannotto è data dal fatto che in esso lo scheletro non è ancora formato per cui il pesce risulta completamente commestibile.
Grazie alla collaborazione affermata negli anni, la frittura di avannotti è divenuta una specialità locale proposta dalle Pro Loco di Pedescala e Arsiero che ogni anno durante le loro manifestazioni.
E’ possibile trovare questa delizia anche presso alcuni ristoranti locali.

BACCALA’ ALLA VICENTINA

Il baccalà alla vicentina è un piatto diffuso in tutta la nostra provincia e risulta uno dei piatti veniti più conosciuti nel mondo. Le origini sembra risalgano al 1432, anno del naufragio di una spedizione guidata dal mercante veneziano Pietro Querini. Si racconta che l’equipaggio riuscì a salvarsi, rifugiandosi in un’isola della Norvegia. Accolti dagli abitanti del luogo, i marinai appresero presto i metodi di conservazione del merluzzo: essiccato come l’attuale stoccafisso. Tornando a casa, portarono con loro un po’ di quel pesce che incuriosì i cuochi vicentini, i quali si accorsero presto che quel pesce conservato in quel modo particolare poteva essere un’ottima alternativa al pesce fresco. Il baccalà alla vicentina è normalmente accompagnato da polenta al cucchiaio. A dispetto del nome, la ricetta tradizionale non è preparata con il vero e proprio baccalà, ma con lo stoccafisso. La lunga cottura rende le carni di questo pesce tenere, il latte ingentilisce il gusto.

GARGATI COL CONSIERO

I “ Gragati Veneti” sono un formato molto regionale, usato fin dai tempi remoti in una ristretta area del Veneto, che comprende le provincie di Vicenza, specialmente la parte dell’Alto Vicentino. Sono una pasta fresca simile dei maccheroncini rigati. Hanno però la particolarità di avere solo 6 grosse rigature e uno spessore molto accentuato. Questo formato di pasta, è appunto molto circoscritto in una ristretta area del Veneto, dove è molto amato, tanto da dare vita anche a delle Sagre Paesane, dove quasi sempre viene appunto proposto, condito con il “Consiero”, che non è altro che un sugo di origine contadina che veniva fatto utilizzando gli ingredienti semplici e di recupero. Un piatto di pasta fresca, molto semplice e rustico , ma perfetto per chi vuole assaporare i gusti della vera tradizione contadina.

Post Your Comment Here