L'Amministrazione Comunale, con deliberazione n. 21 del 23.02.2000, ha introdotto un importante riconoscimento comunale, la CITTADINANZA BENEMERITA. 
L’omaggio è riservato ai cittadini che si siano segnalati in attività e professioni riguardanti la cultura, il commercio, l’agricoltura, l’artigianato, l’industria e le attività sociali. 
La volontà è quella di stringere la comunità attorno ai suoi punti di riferimento.

Fausto DALLA FONTANA delib. G.C. n. 57 del 22 MAGGIO 2001

"Nato ad Arsiero il 22 maggio 1928 dove risiede tuttora, sposato con due figli. Frequenta regolarmente la scuola, prima ad Arsiero, poi presso il Collegio Vescovile di Thiene fino alla V ginnasio. 

Dopo l’interruzione di un ciclo a causa della guerra, frequenta la I liceo classico a Schio. Prosegue poi come autodidatta fino al raggiungimento della maturità classica nel 1949. 

Nel 1950 sostiene l’esame di abilitazione magistrale e nel 1951 entra in ruolo nella scuola elementare. S’iscrive all’Università di Padova dove si laurea in Lettere Antiche nel 1959. 

Nel 1962 passa ad insegnare lettere nella scuola media di Arsiero dove conclude la sua attività didattica nel 1989. 

Partecipa attivamente alla vita civile e politica ricoprendo vari incarichi amministrativi tra i quali quello di consigliere comunale in due amministrazioni (60-64 e 70-75) e di consigliere provinciale, dal 1970 al 1975. Partecipa, anche con incarichi direttivi, all’attività delle ACLI.

Collabora con entusiasmo alla fase di avvio del Piccolo Teatro Città di Arsiero. 

Sempre attento alla vita sociale e culturale del paese opera, in svariate occasioni, numerosi interventi, anche rivolti alla sensibilizzazione verso temi etici e civili, oltre che culturali. 

Segue con interesse l’attività della locale Biblioteca Comunale, sia come componente sia come Presidente del Comitato di Gestione. Da sempre coltiva con passione la poesia ottenendo in più occasioni significativi riconoscimenti ed apprezzamenti. Pubblica nel 1997 un volume, dal titolo TRACCE E SEGNI, che rappresenta una sorta di diario lirico in cui si ricordano anche luoghi e persone di Arsiero."